Gianni Dessì | In opera

 


Gianni Dessì | In opera  |  Grafiche Turato edizioni

Padova, Centro culturale Altinate San Gaetano, 22 luglio – 26 agosto 2017. In collaborazione con Maco Arte

***

[…] Richiamare il fenomeno della visione, con le sue implicazioni di carattere filosofico, avvicina al cuore stesso della pittura, il medium espressivo che Dessì, assieme ad altri artisti della sua generazione, ha contribuito a riportare al centro della scena artistica a partire dalla fine degli anni Settanta. Un decennio contrassegnato dall’affermazione internazionale dell’arte concettuale, e quindi dal primato della costruzione speculativa sulla forma, della tautologia sulla metafora, dell’aspetto processuale su quello compiuto dell’opera. Rispetto a tale concezione, gli autori riconducibili alle correnti neo espressioniste, alla Transavanguardia, alla Nuova Scuola Romana – di cui Dessì è una delle personalità più rilevanti – hanno tracciato un segno di evidente discontinuità, restituendo innanzitutto un ‘corpo’ all’atto artistico che le tendenze coeve tendevano a smaterializzare. A opere certo complesse da intendere nella loro finalità semantica, essi ne hanno opposte altre ove la complessità ha trovato una più articolata, e non meno profonda, rappresentazione; poiché il linguaggio pittorico si presta non solo a raffigurarla, ma anche a corrisponderle intimamente, in ragione della sua natura stratificata, della copiosità dei suoi tesori iconici, luministici, materici. Attraverso il lavoro di questi artisti, la pittura è parsa tessere una trama desiderante, con la quale avviluppare il pensiero come i sensi, nonché raccogliere le ceneri del mito, gli enigmi del simbolo, il riflesso delle immagini dell’arte di ogni tempo. […]

Da Gianni Dessì. L’immagine in opera, testo in catalogo di Nicola Galvan

 

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!